Monte

Sant'Angelo

l'Uomo in Nero con il cappello

Chi come Lui

Chi come Lui

Le apparizioni dell'Arcangelo Michele

Le origini della Monte Sant'Angelo non sono antichissime come quelle di altri siti Dauni presenti sul Gargano e possaiamo tranquillamente dire che sul Monte Drion non esisteva nulla prima della prima apparizione dell'Arcangelo Michele.

Non vogliamo entrare nel merito del perchè l'Arcangelo Michele si manifestò ripetutamente negli anni 490, 492, 493 ordinando, in sogno al Vescovo Lorenzo di Maiorano, di dedicare la grotta, dove si era rifugiato il toro di tal certo Elvio Emanuele, al culto cristiano.

Monte Sant'Angelo
Monte Sant'Angelo

Resta il fatto che è vero che queste apparizioni "aiutarono" a creare l'immagine, ed il culto, dell'Arcangelo guerriero e che poi, tale immagine, fu usata per convertire i Longobardi che da li a poco avrebbero invaso l'Italia, ma è altrettanto oggettivo che qualcosa realmente accadde nella grotta dell'Arcangelo.

La storia ci dice che anche nel 590, a Roma a Papa Gregorio Magno, l'8 Maggio 663 ed infine nel 1656, al Vescovo Alfonzo Puccinelli, avvennero altre tre apparizioni, che però documentiamo sul nostro sito specialistico sull'Arcangelo Michele..

Grotta Sant'Angelo
la Grotta delle prime tre apparizioni

Di queste sei apparizioni solo la prima e, parzialmente, la terza avvennero nella una grotta dell'Angelo.

il Santuario dell'Arcangelo Michele

Ed oggi, dopo oltre 1500 anni, sopra quella grotta, è stato realizzato il bellissimo Santuario di San Michele Arcangelo, uno di quei luoghi che riteniamo ogni cristiano cattolico debba visitare almeno una volta nella vita.

il Santuario dell'Arcangelo Michele

Vista l'importanza del Santuario penserete che poi non ci sia più nulla da visitare a Monte Sant'Angelo ... e Vi sbagliereste!

Ci sono almeno altre due monumenti importanti e sono:

la Chiesa di San Pietro e Battistero in Tumba

Questa chiesa è probabilmente appena successiva alle prime tre apparizioni di San Michele Arcangelo in quanto la sua datazione la fa rislarire al VI secolo.

Originarialmente la Chiesa era consacrata a San Pietro, poi, nell'VIII secolo fu trasformata in Battistero.

Chiesa di San Pietro
Battistero in Tumba

Il Battistero fu sopraelevato nel XII secolo quando ha assunto la forma attuale ottogonale che si raccorda su di una cupola ellissoidale.

La modifica della cupola interessò solo parzialmente le parti basse per cui, ancor oggi, si vedono affreschi antecedenti al 1000.

affreschi bizantini
gli affreschi

Bello è anche il grande bassorilievo che originalmente poteva essere un fregio ed ora è inglobato nella lunetta della porta di ingresso.

Sul bassorilievo, da destra verso sinistra, si riconoscono varie scene della Bibbia tra cui:

- la cacciata di Adamo ed Eva dal Paradiso terrestre

- l'Annunciazione

- una scena non decifrata

- la Crocifissione di Cristo

- Dio in trono tra sei angeli

bassorilievo bizantino
bassorilievo bizantino

Nel complesso un monumento originale e forse unico nel suo genere.

Ma non finisce qui in quanto a Monte Sant'Angelo si trova pure il (bello) castello Svevo.

il Castello Svevo

Sia necessità difensive e sia necessità amministrative come la gestione dei pellegrini che, quasi sempre a piedi, attraversavano da nord a sud tutta l'Europa da Mont Saint Michel fino a giungere alla grotta dell'Angelo del Gargano, portarono alla realizzazione di un imponente castello documentato esistente già nel 837.

A volerlo fu il Vescovo di Benevento Orso.

l'aquila Sveva che sventola sul castello di Monte Sant'Angelo
l'aquila Sveva che sventola sul castello di Monte Sant'Angelo

Poi verso l'anno 1000, quando tutto il Gargano venne conquistato dai Normanni, anche il Castello di Monte Sant'Angelo diventò uno dei Castelli del Regno Normanno.

Il Castello viene amplianto e fortificato nel 1493, secondo l'esigenze delle prime armi da fuoco, a cura del grande architetto Francesco di Giorgio Martini che in quel periodo lavorava per conto di Alfonso Duca di Calabria ovvero per gli Aragonesi di Napoli.

La mano di Francesco di Giorgio Martini si fece sentire (molto) nella difesa dei centri abitati di Puglia contro i Turchi.

Ricordiamo che nel 1480 Otranto fu conquistata dai Turchi che facilmente si sbarazarono delle difese progettate prima dell'avvento delle bombarde.

Il pericolo che i Turchi decidessero di conquistare la Puglia era concreto e quindi dal 1491 Alfonso di Calabria aveva ingaggiato i migliori architetti militari con l'unico obbiettivo di difendere i propri castelli.

I primi ad essere ristrutturati furono Taranto e Brindisi ed a seguire tutti gli altri, compreso il Castello di Monte Sant'Angelo.

Risalgono a questi anni la realizzazione del bastione a forma di ghianda (o mandorla) nell'estremità est, nella direzione del Santuario, del castello e le difese con baluardi circolri alla torre asud ovest.

Sempre di questo periodo sono la realizzazione del baluardo, senza torre, sud - est e del baluardo nord.

Sinceramente a livello difensivo il Castello non era un gran che, ma tanto è bastato con "li Turchi".

Una curiosità la strada dei pellegrini che da Mont Saint Michel, passando per la Sacra di San Michele portava a Monte Sant'Angelo si chiamava Via Sacra Langobardorum e la Sacra Grotta era una meta "obbligata" dei crociati diretti in Terrasanta.

Penso che sia evidente che a Noi, visitare Monte Sant'Angelo, ci è piaciuto molto.

Nota dell'Autore

Questo sito non ha alcuna pretesa di completezza, ma vuole solo documentare fotograficamente un attimo di magia.

Tutte le fotografie pubblicate (e sono tante) sono di proprietà della www.moveaboutitaly.com che non è legata in alcun modo ai luoghi di cui parliamo od all'eventuale organizzazione degli eventi che documentiamo.

Noi i borghi, o gli altri eventi di cui scriviamo, li visitiamo veramente.

Speriamo che la Sig.ra od il Sig. Google riescano a capire la differenza tra Noi e molti dei nostri competitors.

Move about Italy non si assume nessuna resposabilità per errori od omissioni sul materiale pubblicato così come indicato nella clausola di Copyright.

Prenota con Noi

AugurandoTi una buona visita sul Gargano Ti consigliamo di prenotare con Noi la Tua vacanza usando Booking.com. Per Te non cambia nulla e permetti a questo sito di esistere.

Qui di seguito alcune offerte last minute per i prossimi due giorni a ...

Booking.com