moveaboutitaly

Nei borghi dell'Italia

San Gimignano Volterra Lago di Bolsena Monti Sibillini Civita di Bagnoregio Gargano



Capalbio Rocca Aldobrandesca Chiesa San Nicola


Capalbio

La storia

Le origini di Capalbio sono probabilmente tardo medioevali essendo citato dalla Bolla Leonino Carolingia con cui Carlo Magno nel 805 dona il territorio all'abbazia delle Tre Fontane di Roma.

Capalbio
Capalbio

Sicuramente il Castello di Capalbio esisteva nel XII secolo e la prima cerchia di mura è di almeno un secolo prima.

Successivamente passò sotto gli Aldobrandeschi e, dopo un breve periodo di quasi Signoria, agli Orsini prima e dal 1416 ai Senesi per poi confluire dal 1590 sotto il Granducato di Toscana.

Rocca Aldobrandesca
Rocca Aldobrandesca

Ma la prima cosa che vedrete a Capalbio dopo aver parcheggiato probabilmente sarà la "strana" statua di Nana, con le sue fattezze di donna brasiliana, posizionata in piazza Carlo Giordano.

Rocca Aldobrandesca

La statua è stata realizzata dall'artista Niki de Saint Phalle (+2002) creatore dell'onirico Giardino dei Tarocchi.

ma torniamo subito a parlare di Capalbio proponendo un breve tour guidato.

Il tour prende circa due ore e non presenta difficoltà di sorta se non per la salita sulla Rocca Aldobrandesca.

Cosa Vedere

Capalbio mappa
Capalbio

il tour di Capalbio

Porta di Ingresso

Piazza Magenta

Cammino di ronda

Piazza della Rocca e porta Senese

Rocca Aldobrandesca

Arco Santo

Faccia di Adriano

Chiesa di San Nicola

la tomba del brigante Tiburzi

Porta di ingresso

Dalla porta di ingresso principale si può procedere diritti verso piazza Magenta o girare a sinistra verso l'Arco Santo.

Porta di ingresso
Porta ingresso a Capalbio

Entrati prestate attenzione allo stemma sopra la torre ... nella targa si legge:

FERDINANDUS

MED MAG DUX

ETRURIA III

AD MDCI (1601)

Stemma Mediceo
Stemma Mediceo

Piazza Magenta

Siamo entrai in Capalbio ed andremo diritti verso piazza Magenta.

Piazza Magenta
Piazza Magenta

Qui si trova la scaletta di accesso al cammino di ronda su cui saliremo.

Piazza Magenta
Trattoria da ....

il cammino di ronda

Capalbio fu egregiamente difeso da una doppia cinta di mura realizzata probabilmente appena dopo l'anno 1000.

Successivamente Capalbio passò sotto gli Aldobrandeschi e, dopo un breve periodo di quasi Signoria, agli Orsini prima e dal 1416 ai Senesi per poi confluire dal 1590 sotto il Granducato di Toscana.

la cinta muraria di Capalbio
la cinta muraria di Capalbio

Per salire sulla seconda cerhia muraria (la prima è le mura esterne di Capalbio) si può utilizzare o le scale di Piazza Magenta o la salita di via XXIV Maggio.

Sulla seconda cinta c'è un lungo tratto dell'originale cammino di ronda che percorreremo per intero ...

la cinta muraria di Capalbio
la cinta muraria di Capalbio

Porta Senese

... fino a giungere a Porta Senese (il secondo ingresso di Capalbio) che attraverseremo per entrare nella piazza della Rocca.

Porta Senese
Porta Senese

Attraversiamo la Porta Seenese ed entriamo in Piazza delle Chiesa di San Nicola.

Piazza della Chiesa
Piazza della Chiesa

la Rocca Aldobrandesca

La visita alla Rocca Aldobrandesca è d'obbligo.

Al suo interno sono siti i locali dell'ufficio informazioni e pagando un biglietto, che è poco più che simbolico, accederemo fino in cima alla torre da cui goderemo di un panorama mozzafiato.

Rocca Aldobrandesca
Rocca Aldobrandesca

L'attuale forma della Rocca Aldobrandesca, chiamata anche Palazzo Collacchioni, si deve alla ristrutturazione senese del 1418.

Il complesso ha una originale forma a "L" con un alto torrione dalla classica base a scarpa.

Capalbio dall'alto
Capalbio dall'alto

Arco Santo

Si prosegue scendendo per via Collacchioni fino a trovare sulla sinistra l'arco Santo ...

Arco Santo
Arco Santo

sormontato dalla faccia dell'imperatore Adriano.

Arco Santo
Arco Santo

Faccia dell'Imperatore Adriano

Quest'ultima è originale e di probabile provenienza locale forse da qualche scavo presso la vicina Cosa.

Faccia dell'Imperatore Adriano
Faccia dell'Imperatore Adriano

Chiesa di San Nicola

Proseguiamo fino alla Piazza della Chiesa (di San Nicola) ove entreremo.

Chiesa di San Nicola
Chiesa di San Nicola

Chiesa di San Nicola

Noi abbiamo visitato questa chiesa dal 1990 +/- ogni 6/7 anni.

L'abbiamo vista prima dei restauri dei primi anni 2000 e l'abbiamo vista dopo ...

L'esterno, di probabile origine duecentesca, fu parzialmente ed incompiutamente ristrutturato nel settecento.

Chiesa di San Nicola
Chiesa di San Nicola

L'interno è ad una sola navata con piccole cappelle sui lati.

Quasi tutte queste cappelle sono dipinte con affreschi quattrocenteschi di scuola senese in vario (da mediocre a buono) stato di conservazione.

Bellissimo (per gli appassionati) è un grande angelo cerofolino e molto altro ancora ...

Si segnalano i capitelli romanici, decorati a fiori od ad animali fantastici, che sormontano le colonne.

Si segnala anche l'imperizia dei restauri del 1966 quando vennero distrutti alcuni afferschi che erano stati coperti di bianco.

Chiesa di San Nicola
Chiesa di San Nicola

la tomba del Brigante Tiburzi

Il nostro giro continua fuori le mura dove c'è l'Oratorio della Provvidenza del XV sec. anch'esso con numerosi affreschi del periodo (per visitarlo occorre contattare il parroco di Capalbio) per poi terminare al cimitero dove troveremo la stele che ricorda ove è seppellito il noto (in Maremma) brigante Domenico Tiburzi.

Stele di Domenico Tiburzi
Stele di Domenico Tiburzi

Un tempo la tomba di Domenico Tiburzi era mezza dentro e mezza fuori dal cimitero di Capalbio ... poi con l'aumentare degli occupanti è, arrivata ad essere praticamente al centro.

Stele di Domenico Tiburzi
Stele di Domenico Tiburzi

Per raggiungere Capalbio si utilizza la SS1 Aurelia e si seguono le facili indicazioni locali.

Capalbio
Capalbio

Nota finale:

Capalbio è uno dei punti di riferimento per i VIP che soggiornano ad Ansedonia e più in generale sull'Argentario.

Anche fuori stagione qui è molto facile incontrare politici, attori o cantanti famosi.

AugurandoTi una buona visita al sito ... Ti consigliamo di prenotare con Noi la Tua vacanza usando Booking.com. Qui di seguito alcune offerte last minute per i prossimi due giorni su alcune delle strutture presenti in zona

Booking.com