Move



about



Italy



Civita di Bagnoregio



l'Uomo in Nero con il cappello

Ponte pedonale

nei borghi dell'Italia

Era un borgo contadino,
ma adesso è un borgo commerciale
ed assolutamente non dite che muore!

Civita di Bagnoregio è un piccolo borgo medioevale sito in provincia di Viterbo.

Di fronte a Civita di Bagnoregio sorge, quasi come una sorella maggiore, la moderna Bagnoregio, che è stata fondata solo a seguito del terremoto del 1794 ed è bella, ma senza il fascino degli anni ... e dell'isolamento di Civita.

Civita di Bagnoregio

Inizio con la cosa più fastidiosa ... per entrare a Civita di Bagnoregio non solo si deve fare un lungo ponte sotto il solo o l'acqua, se piove, ma si deve pagare anche un biglietto di ingresso di 5 € che in assoluto, per una famiglia con figli over 6 anni, non sono pochi.

A questo poi occorre aggiungere il costo del parcheggio anch'esso non economico ... 2 €/ora.

Noi non siamo a conoscenza di altri borghi o città in Italia dove si deve pagare un biglietto per entrare e non è un caso ...

Ma quindi la visita a Civita di Bagnoregio vale il costo del biglietto?

Per Me è un NO, ma lascio a Voi la scelta sul cosa fare e sulle eventuali altre considerazioni da farsi.

Ponte pedonale
e questa foto dimostra che ci siamo stati

Ma torniamo all'isolamento di Civita di Bagnoregio, perchè (Civita di Bagnoregio) sembra quasi un'isola sulla campagna, con il ponte che la collega con "la terra ferma" che le fa da istmo artificiale.

E quando si parla di terra ferma l'esrpessione non è metaforica.

La rupe di Civita di Bagnoregio da sempre si muove e si sgretola ... come i calanchi che la circondano o come il ponte che la doveva collegare a valle, miseramente crollato nel lontano 1964 ... poco prima della sua inagurazione.

Civita di Bagnoregio

E se la sera si chiudono la Porta Santa Maria (verso Bagnoregio) e la Porta Sud (verso Vitebo), Civita di Bagnoregio si isola da tutto e da tutti, ritornando ad essere il borgo alto medioevale quale è.

Civita di Bagnoregio

L'isolamento di Civita di Bagnoregio è solo rotto dallo stretto e lungo (circa 300 mt) ponte pedonale che, dal parcheggio a valle, porta fino alla Porta Santa Maria e da qui dentro il borgo.

Vedendola dal Belvedere il ponte pedonale non sembra difficile a percorrerlo, ma la salita ... è una vera salita.

Cosa vedere

Intanto diciamo che la visita a Civita di Bagnoregio prende dalle 2 alle 4 ore ... pranzo o cena esclusi.

Si lascia l'auto nel parcheggio, solo a pagamento, e si sale verso Civita di Bagnoregio tramite il lungo e stretto ponte che la collega al fondovalle.

Il borgo è quindi raggiungibile e percorribile solo a piedi.

Occorre solo fare attenzione a qualche Ape che porta le generi alimentari e prodotti vari ai residenti ed ai commercianti ed ai motorini od alle biciclette.

A proposito di mangiare ...

Noi consigliamo di mangiare il tipico antipasto di salumi e, come secondo, le salcicce alla brace.

Civita di Bagnoregio

Arrivati dentro Civita di Bagnoregio si possono vedere:

Camminando non potrete fare a meno che ammirare le bellissime case, quasi tutte a due piani, con le scale esterne dette profferli e, nella stagione giusta, i balconi fioriti ... clicca qui per continuare la lattura.

Chiariamoci ... il paese è piccolo quindi lo si vede tutto in un'unica soluzione .... al secondo giorno ... si va da un'altra parte.

Feste e folclore

Come feste e folclore si segnalano sostanzialmente cinque eventi:

- la via Crucis del Venerdi Santo con il Crocefisso di San Donato che da Civita arriva a Bagnoregio per poi tornare indietro

- la Tonna (giostra in piazza San Donato con i somari montati a pelo) alla prima Domenica di Giugno

- la festa del Santo Patrono San Bonaventura che si festeggia il 15 luglio.

- la Tonna alla seconda Domenica di Settembre

- il Presepe Vivente a Natale

la chiesa di San Donato
la chiesa di San Donato

Come arrivare

Ma come si raggiunge Civita di Bagnoregio?

Praticamente solo in auto.

Da nord si arriva da Orvieto utilizzando la SP 12.

Da sud si arriva da Montefiascone utilizzando la SS 2 Cassia fino a Montefiascone, poi SS 71 Umbro-Casentinese direzione Orvieto ed infine la SP 130 per Bagnoregio.

Altre strade sono esoteriche e Vi fanno solo perdere tempo

Piazza San Donato
Piazza San Donato

Un paio di curiosità

Il nome di Civita di Bagnoregio compare per la prima volta nel 599 in una lettera che Papa Gregorio Magno inviò al Vescovo di Chiusi Ecclesio.

Il nome deriva dal toponimo goto / longobardo Balneum Regis o Bagnorea ovvero "Bagno del Re".

Il termine di "CITTA' CHE MUORE" è invece stato coniato da Bonaventura Tecchi.



i calanchi



l'Uomo in Nero con il cappello

Civita di Bagnoregio il paese che muore

I calanchi di Civita di Bagnoregio

Civita di Bagnoregio è un'isola in un mare di ... bianchi calanchi veramente simili alla schiuma delle onde.

La valle dei calanchi, fotografata dal Belvedere di Peppone e Maria nella zona della Porta Sud, è semplicemente affascinante.

Civita di Bagnoregio il paese che muore

Ma cosa sono i calanchi?

Sono semplicemente il risultato finale dell'erosione del terreno che si produce a causa del dilavamento delle pioggie sulle rocce argillose.

Ovviamente la quasi totale mancanza della vegetazione accentua la velocità del processo.

Civita di Bagnoregio il paese che muore


la verita'



l'Uomo in Nero con il cappello

una abitante di Civita di Bagnoregio

una vera abitante

Chi scrive è nato a Grosseto, vive sul Lago Trasimeno, lavora a Firenze ed ama la Tuscia.

Ma il mio amore per la Tuscia non mi impedisce di ritenere che decidere di andare ad abitare a Civita di Bagnoregio sia una vera vocazione e non una scelta.

Ogni giorno vedrete tanti ... anzi tantissimi turisti invadenti, curiosi e con un'unica sola domanda:

Ma qui quante persone ci abitano?

IO metterei all'ingresso del paese un cartello, in pieno stile Far West, con indicante il numero degli abitanti realmente residenti.

La Vespa

A questo si aggiunge il costante odore del cucinato nei ristoranti di Civita di Bagnoregio.

A proposito del cibo.

Pensate che ogni giorno c'è da fare la spesa con le borse da portare a mano o, quando disponibile, tramite un'Ape car.

E come dimenticare la salita (ripida) per tornare a casa ogni sera od ogni giorno.

Anche la Vespa (Piaggio) arranca sulle pendenze finali.

Gatti

Dopo l'Ape e la Vespa ... bisogna riconoscere che sono i gatti i veri abitanti di Civita di Bagnoregio

Nota dell'Autore

Questo sito non ha alcuna pretesa di completezza, ma vuole solo documentare fotograficamente un attimo di magia.

Tutte le fotografie pubblicate (e sono tante) sono di proprietà della www.moveaboutitaly.com che non è legata in alcun modo ai luoghi di cui parliamo od all'eventuale organizzazione degli eventi che documentiamo.

Noi i borghi, o gli altri eventi di cui scriviamo, li visitiamo veramente.

Speriamo che la Sig.ra od il Sig. Google riescano a capire la differenza tra Noi e molti dei nostri competitors.

Move about Italy non si assume nessuna resposabilità per errori od omissioni sul materiale pubblicato così come indicato nella clausola di Copyright.

Prenota con Noi

Prenota la Tua visita a Civita di Bagnoregio con GetYourGuide

AugurandoTi una buona visita a Civita di Bagnoregio Ti consigliamo di prenotare con Noi la Tua vacanza usando Booking.com.

Booking.com