Gradoli

l'Uomo in Nero con il cappello

Gradoli

ed il sentiero dei briganti

Gradoli si trova nell'entroterra della sponda settentrionale del lago di Bolsena.

Appartengono al comune di Gradoli circa 11 km di spiaggia sul lago ... dove passa il sentiero dei Briganti.

il sentiero dei briganti
il sentiero dei briganti

Le origini di Gradoli sono tardo medioevali quando fu costruito un castello.

La leggenda vuole che l'entrata del castello poteva essere raggiunta solo attraverso una scala a gradini (gradus in latino) da cui Gradoli.

Del castello originale rimangono pochi segni come la torre difensiva rotonda ora inglobata in una casa privata (e quindi non visitabile), l'arco d'ingresso e solo una piccola parte delle mura.

Del castello si sa che fu ceduto da Matilde di Canossa al Papato.

Gradoli
Gradoli

Nel 1505 il territorio di Gradoli passò, in "vicariato perpetuo" ai Farnese che già "amministravano" varie parti del comprensorio del Lago di Bolsena.

Gradoli diventò residenza estiva del Papa Paolo III, che fece costruire, sopra ciò che restava del castello medioevale, su progetto di Antonio da Sangallo, il Palazzo Farnese di Gradoli.

Con gli anni il palazzo ha perso la funzione di residenza estiva ed oggi ospita il "Museo del Costume Farnesiano" ed il "Centro Nazionale di Studi sulla Famiglia Farnese".

Segnaliamo che molte stanze del palazzo sono affrescate e sono in buona (relativa) conservazione.

Gradoli

Accanto al Palazzo Farnese si trova la chiesa della Collegiata di Santa Maria Maddalena.

Collegiata di Santa Maria Maddalena
Collegiata di Santa Maria Maddalena

Anche la chiesa fu progettata da Antonio da Sangallo negli stessi anni della realizzazione del palazzo Farnese e conserva all'interno vari dipinti ed affreschi ed una bella fonte battesimale di epoca barocca.

La chiesa della Collegiata di Santa Maria Maddalena è da sempre conosciuta come la chiesa più bella del comprensorio del Lago di Bolsena dopo la Cattedrale di Montefiascone ed la Basilica di Bolsena.

A Gradoli e dintorni, con un po' di difficoltà, sono vistabili altre quattro chiese:

il Sentiero dei Briganti

Il fenomeno del brigantaggio colpì, subito dopo l'Unità d'Italia ampie zone del Regno.

Tra di queste, la zone tra la bassa Maremma (Scansano, Montorgiali, Capalbio) e l'alta Tuscia (Farnese, Canino, Cellere, Acquapendente, Bagnoregio), usando un eufemismo, ... in quanto a briganti non si fece mancare niente!

I vari Domenico Tiburzi, Luciano Fioravanti in Maremma ed i colleghi Canale (Ignazio Pasquarelli), Leonardo Sinopoli o Moretto (Giuseppe Pugini) in Alta Tuscia sono ricordati ad oltre 100 anni dalla morte.

Brigadiere Sebastiano Preta
Brigadiere Sebastiano Preta

E sul Lago di Bolsena viene ancora ricordato il sacrificio del Brigadiere Sebastiano Preta morto a San Magno il 2 giugno 1891.

San Magno
San Magno

Il sentiero dei Briganti vuole ripercorrere uno dei tracciati più conosciuti dai briganti ottocenteschi.

E’ un percorso di circa 100 km in piena Maremma che partendo dalla Riserva Naturale Regionale di Monte Rufeno arrivava, passando per la Selva del Lamone (il regno di Domenico Tiburzi) e le rovine di Castro farnese, fino a Vulci

la tomba di Domenico Tiburzi a Capalbio
la tomba di Domenico Tiburzi a Capalbio

Il Sentiero dei Briganti potete farlo a piedi, ma forse è un po' troppo lungo, in bicicletta od a cavallo, o che facciamo noi ... in auto.


Nota dell'Autore

Questo sito non ha alcuna pretesa di completezza, ma vuole solo documentare fotograficamente un attimo di magia.

Tutte le fotografie pubblicate (e sono tante) sono di proprietà della www.moveaboutitaly.com che non è legata in alcun modo ai luoghi di cui parliamo od all'eventuale organizzazione degli eventi che documentiamo.

Noi i borghi, o gli altri eventi di cui scriviamo, li visitiamo veramente.

Speriamo che la Sig.ra od il Sig. Google riescano a capire la differenza tra Noi e molti dei nostri competitors.

Move about Italy non si assume nessuna resposabilità per errori od omissioni sul materiale pubblicato così come indicato nella clausola di Copyright.

Prenota con Noi

AugurandoTi una buona visita sul Gargano Ti consigliamo di prenotare con Noi la Tua vacanza usando Booking.com. Per Te non cambia nulla e permetti a questo sito di esistere.

Qui di seguito alcune offerte last minute per i prossimi due giorni a ...

Booking.com