moveaboutitaly




Spoleto

Spoleto è nota in tutto il mondo per il celebre festival artistico organizzato dal Maestro Gian Carlo Menotti.

Ma Spoleto fu un importante centro degli antichi Umbri e dal 241 a.c. colonia Romana.

Poi divenne ducato longobardo fino alla sua annessione allo Stato Pontificio.

Spoleto è raggiungibile, sia da nord (Perugia) e sia da sud (Roma) attraverso la SS3 Flaminia.

La storia

La Rocca

La prima cosa che si vede arrivando a Spoleto è la Rocca che sorge sul colle di Sant'Elia.

Imponente la Rocca, realizzata nel 1300 a cura di Matteo Gattapone da Gubbio su commissione del Cardinale Albornoz, sovrasta buona parte dell'Umbria.

La Rocca è a pianta rettangolare di dimensioni pari a 130 x 33 metri.

Al suo interno è si trovano due corti:

  • La Corte d'armi (destinata ai soldati)

  • La Corte d'onore (destinata ai governatori pontifici)

Le due corti sono tra loro divise da un largo muro trasversale e sovrastate da ben sei torri.

La Rocca, utilizzata dal 1817 fino al 1982 come carcere, ha avuto come governatore pontificio anche la signora Lucrezia Borgia "messa al sicuro" a Spoleto dal padre Papa Alessandro VI.

La Rocca


Costruito sulla gola tra il colle di Sant'Elia ed il colle di San Giuliano c'è il ponte delle Torri.

Il ponte è lungo oltre 230 metri ed è realizzato su 10 arcate.

Fontana del Mascherone

Di datazione incerta (forse, anche nella versione attuale, è antecedente alla Rocca stessa) il ponte è stato utilizzato sia come acquedotto e sia come camminamento per collegare Spoleto a Monteluco.

Data l'origine romana di Spoleto e dati i ritrovamenti romani scoperti alle sorgenti del Corbuccino (dove parte l'acquedotto), è molto probabile che il ponte sia stato costruito su un precedente ponte romano.

Senza alcun problema di attribuzione sono invece l'anfiteatro romano ....

.... o questa fontana sita prossimità di piazza Campello.

Anfiteatro romano

Le chiese

Data la lunga appartenenza allo Stato Pontificio è naturale che a Spoleto vi siano numerose e belle chiese.

Tra tutte noi segnaliamo ovviamente il Duomo del XII di origine romanica con la facciata realizzata su due ordini di rosoni e con un mosaico bizantino al centro (restaurato nel 1998).

Duomo San Ponziano e San Salvatore


Dentro Spoleto segnaliamo poi le chiese di San Domenico, Santa Eufemia, San Gregorio Maggiore e San Nicolò.

Esternamente a Spoleto, in direzione nord - Foligno, si trovano poi la Basilica di San Salvatore e San Ponziano.

Mentre in direzione sud - Roma si trovano le chiese di San Pietro (qui è possibile parcheggiare) e San Paolo.



Ti è piaciuta questa pagina?

Se SI votaci su Google premendo il pulsante +1 qui accanto




Altri link da visitare


Move about Italy

Home page

Toscana

Umbria

Marche

Lazio

moveaboutitaly

Tu sei il nostro



visitatore dal 30/09/01


Prodotto e realizzato da:

acpb

Copyright © 1998 - Illimitato

acpb / Move about Italy





e per restare in contatto con noi seguici su