moveaboutitaly
| Home | Bolgheri | Capalbio | Cetona | Cortona | Chiusi | Montalcino | Montepulciano | Murlo | Pienza | Pitigliano | San Gimignano | Volterra |
| Argentario | Parco della Maremma | Parco dell'Amiata | Farma Merse | Valdichiana | Crete e Valdorcia | Tra storia e Fede | Vini toscani |
| Home | Le crete senesi | La Valdorcia | L'Orcia | San Giovanni d'Asso | San Quirico d'Orcia | Radicofani | Mappa |


Montepulciano

Come si arriva e cosa vedere a Montepulciano

Montepulciano è raggiungibile per le provenienze da nord e da sud tramite l'autostrada A1 Firenze - Roma

- uscita Chiusi - Chianciano Terme per chi proviene da Sud, poi strada statale 146, circa 20 Km;

- uscita Valdichiana per chi proviene da Nord, poi strada statale 326, circa 20 Km.

Per le provenienze da Siena e da Perugia, tramite il raccordo autostradale Siena - Bettolle - Perugia.

Montepulciano

La storia

Di origine etrusca fu determinante il suo trovarsi all'incrocio fra due strade che da nord a sud congiungevano Chiusi ed Arezzo.

La città era già nota nel 715 come "monte o castello Politiano".

Nel periodo Medioevale fu contesa con alterne fortune tra Firenze e Siena, ma queste lotte non le impedirono il fiorire dei commerci che proseguirono per tutto il Rinascimento garantendone ricchezza e fortuna.

Dopo il 1511 Montepulciano passa sotto Firenze e ne segue le vicende fino all'Unità d'Italia.

I palazzi storici di Montepulciano

La bellezza di Montepulciano è merito dei massimi architetti ed artisti sia medioevali e sia rinascimentali che furono chiamati ad abbellire il suo centro storico.

La città è costruita lungo una linea di crinale che si sviluppa, dall'alto verso il basso, secondo le direttrici delle due strade principali:

  • via Ricci (posta sul crinale fu il cuore pulsante della città nel Medioevo)

  • Corso Centrale, lungo circa 1,5 km, che partendo da Porta al Prato conduce, con un dislivello di circa 50 mt, alla Piazza Grande attraverso via di Gracciano, via di Voltaia e via dell'Opio

Lungo tutto il corso, cuore della città cinquecentesca, si susseguono imponenti palazzi di tale periodo: Palazzo Avignonesi, a due ordini di finestre, Palazzo Cocconi, Palazzo Cervini (attribuito con qualche riserva ad Antonio da Sangallo il Giovane), Palazzo Cagnoni - Grugni, Palazzo Benincasa, il cui portone è sovrastato da un medaglione con al centro un busto di Gian Gastone dei Medici.

Vicino a Palazzo Cocconi, c'è la Chiesa di Sant'Agostino, progettata da Michelozzo e in cui si giustappongono elementi umanistici e tardo gotici.

Di fronte ad essa si erge la Torre di Pulcinella, con la celebre maschera che scandisce le ore.

Chiesa Sant'Agostino Torre Pulcinella


In cima al Corso, posta in leggera pendenza, c'è Piazza Grande sistemata verso la fine del '400 da Michelozzo.

Nella piazza si affacciano i monumenti più belli di Montepulciano.

  • La Cattedrale (html file)

  • Il Palazzo Comunale

  • Il Palazzo Tarugi

  • Il Palazzo del Capitano del Popolo

  • Il Pozzo dei Grifi e dei Leoni

  • Il Palazzo del Monte Contucci

Il Palazzo Comunale


Il Palazzo Comunale, che con la sua torre centrale ed il coronamento merlato richiama le linee di Palazzo della Signoria a Firenze, fu costruito dal Michelozzo fra la fine del '300 e la prima metà del '400 (1424?).

Il Palazzo Comunale

Il Palazzo ha una facciata in pietra con un alto zoccolo a bugnato rustico, in cui si apre un unico portale molto grande.

Al suo interno vi è un cortile a logge sovrapposte del XVI secolo.

La torre, con tanto di campane ...... è visitabile (si entra dal comune fino alle ore 13) e dalla sua sommità si gode lo stupendo panorama della Piazza Grande e del pozzo dei Grifi e dei Leoni.

Piazza Grande Palazzi Contucci e Tarugi

Palazzo Tarugi e Contucci


Piazza con i Palazzi dei Nobili Tarugi e Contucci entrambi attribuiti ad Antonio da Sangallo il Vecchio.

Palazzi Tarugi Palazzi Contucci


Nel Palazzo del Monte - Contucci, con facciata in travertino ed ampio portale a bugnato, è possibile ammirare il Salone delle Feste, ad opera dell'architetto Frà Andrea Pozzo (caratteristico per i suoi effetti di prospettiva) e vaste cantine in cui si produce il celebre vino Nobile di Montepulciano (html file) fregiato del marchio D.O.C.G.-

Il Pozzo dei Grifi e dei Leoni

Il Pozzo dei Grifi e dei Leoni


Adiacente al Palazzo dei Nobili Tarugi si trova il Palazzo del Capitano del Popolo di impianto gotico di fronte al quale è sito il Pozzo dei Grifi e dei Leoni (1520), a parere di chi scrive uno dei più bei pozzi d'Italia.

La fortezza

La Fortezza


Le altre Chiese

Tempio di San Biagio

La chiesa di San Biagio si trova nella parte a sud-ovest della citta sulle pendici del colle.

Realizzata da Antonio da Sangallo il Vecchio, la chiesa è una delle più significative costruzioni del Rinascimento italiano.

La chiesa, costruita in travertino, ha la classica struttura a croce greca con un alta cupola centrale e due campanili laterali alla cui sommità svetta un'edicola ottagonale cuspidata, di cui una incompiuta.

All'interno si può vedere, dietro l'altare maggiore, una Madonna con Bambino e San Francesco (XIV secolo) ed una vetrata di Michelangelo da Cortona (1568).

Tempio di San Biagio Tempio di San Biagio


Vicino la chiesa c'è la Canonica con portico e loggia che, sebbene costruita dopo la morte del Sangallo, rispetta in gran parte l'impianto originale.




Ti è piaciuta questa pagina?

Se SI votaci su Google premendo il pulsante +1 qui accanto



Altri link da visitare


Move about Italy

Home page

Toscana

Umbria

Marche

Lazio

moveaboutitaly

Tu sei il nostro



visitatore dal 30/09/01


Prodotto e realizzato da:

acpb

Copyright © 1998 - Illimitato

acpb / Move about Italy





e per restare in contatto con noi seguici su