moveaboutitaly
| Home | San Leo | Sassocorvaro | Urbania | Urbino | Gradara |
| Il Montefeltro | La via Flaminia | I Monti Sibillini | Il lago di Fiastra |

Gradara e la storia di Paolo, Francesca e Lancialotto

La tragedia della Riviera Romagnola



La storia di Paolo e Francesca rappresenta da oltre 700 anni la tragedia del tradimento consumato.

Innanzi tutto diciamo che siamo a Gradara bellissimo borgo murato marchigiano nel retroterra della Riviera Romagnola.

Esaminiamo i fatti ricostruendo la storia dei cinque protagonisti:

La Riviera Romagnola vista da Gradara La Riviera Romagnola vista da Gradara


Siamo nel 1275 e Guido Minore da Polenta Signore di Ravenna e Cervia, decise insieme a Malatesta da Verucchio Signore di Rimini (che Dante chiama il "Mastin Vecchio") di dare la mano di sua figlia Francesca al Giovanni Malatesta per riconoscenza all'aiuto ricevuto nella disputa che aveva portato alla cacciata dei Traversari, suoi nemici.

Lui Giovanni Malatesta (Lancialotto o Giangiotto o Johannes Zoctus - Giovanni lo Zoppo) è il marito.


Già il termine Giotto (o ciotto) è eloquente: lo zoppo, il deforme, in poche parole il brutto.

In quell'anno Lancialotto è Podestà di Pesaro e pertanto spesso assente od impegnato in cose militari o politiche.

Lei Francesca da Polenta, donna di singolare grazia ed infinita bellezza, è la moglie.

L'altro è Paolo il bello, il fratello minore di Lancialotto, non avvezzo alla politica od alle armi, che per procura sposa a Ravenna (nel 1275) la Francesca (ovviamente perchè Lancialotto era in altre faccende impegnato) e perchè sia Guido Minore e sia Malatesta da Verucchio temevano il possibile rifiuto della giovane..

Gradara - il castello di Paolo e Francesca


Nonostante il presumibile stupore nello scoprire il "volto" del vero marito il matrimonio è ormai fatto e Francesca si deve adeguare.

Dal matrimonio nasce anche una figlia che prenderà il nome Concordia derivato da quello della suocera.

Paolo ha dei possedimenti a Gradara o nelle sue vicinanze e ... Lei è spesso sola e ... Paolo è così bello che ....

Gradara - il castello di Paolo e Francesca

"Amor, ch'al cor gentil ratto s'apprende,
prese costui della bella persona
che mi fu tolta; e 'l modo ancor m'offende

Amor, ch'a nullo amato amar perdona,
mi prese del costui piacer si forte,
che, come vedi, ancor non m'abbandona.

Amor condusse noi ad una morte:
Caina attende chi a vita ci spense"

"Noi leggiavamo un giorno per diletto
di Lancialotto come amor lo strinse:
soli eravamo e senza alcun sospetto.

Per più fiate li occhi ci sospinse
quella lettura, e scolorocci il viso;
ma solo un punto fu quel che ci vinse

Quando leggemmo il disiato riso
esser baciato da cotanto amante,
questi, che mai da me non fia diviso
la bocca mi baciò tutto tremante

Galeotto fu il libro e chi lo scrisse
quel giorno più non vi leggemmo avante"

Dante Alighieri Inferno Canto V 73-143

Ed un giorno del 1285 (o del 1289 come scrivono altri ma poco importa), Lancialotto, probabilmente avvertito dall'altro fratello, Malatestino dell'Occhio, dice di partire per Pesaro, ma poi rientra di nascosto e scopre sul fatto i due amanti.

La tragedia rapidamente si compie: uccide il fratello Paolo e la bella Francesca (che si getta sulla lama per proteggere l'amante).

E poichè, come spesso accade, solo con la morte si entra nella leggenda, la stessa è stata narrata dai più grandi poeti con Dante Alighieri in testa.

Leggende a parte recentemente sono stati ritrovati i resti di un corpo umano maschile dentro un cavedio della rocca.

Che fossero quelli del povero Paolo?

Gradara - il castello di Paolo e Francesca
La Rocca di Gradara


La Rocca di Gradara è normalmente visitabile con il seguente orario:

Lunedý: dalle 8.30 alle 13.00

altri giorni: dalle 8.30 alle 18.30

Prima di partire ... fate una telefonata al 0541 964115 per avere conferma di orari e apertura.

Si segnala una iniziativa interessante per chi vuole visitare Gradara.

E' possibile visitare tutte le offerte turistiche di Gradara: Camminamenti, Museo Storico, Infinita Commedia e I Signori della Guerra con un unico biglietto di ingresso.

Inoltre &egrav;e possibile la prevendita di biglietti per gruppi o singoli con prenotazione anche di guida.

Per informazioni contattare la Pro Loco di Gradara o telefonare al 0541 964115 - fax.0541 823035.

Per le visite guidate la prenotazione è obbligatoria.



Ti è piaciuta questa pagina?

Se SI votaci su Google premendo il pulsante +1 qui accanto




Altri link da visitare

Move about Italy

Home page

Toscana

Umbria

Marche

Lazio

moveaboutitaly

Tu sei il nostro



visitatore dal 30/09/01


Prodotto e realizzato da:

acpb

Copyright © 1998 - Illimitato

acpb / Move about Italy





e per restare in contatto con noi seguici su